Nella tempestosa notte di sabato 25 maggio sono state premiate le migliori band della XXI edizione del contest italiano del rock emergente

Le note e i colori di Sotterranea 2013 hanno riscaldato la fredda e piovosa notte di sabato. La finale della XXI edizione del contest nazionale per rock band emergenti è andata in scena al Geko di via dei Tigli. Tra applausi scroscianti e buone vibrazioni hanno trionfato i Laika Vendetta di Alba Adriatica, con il loro indie rock alternativo cantato in italiano e l’appeal da animali del palcoscenico. La band abruzzese ha ricevuto in premio la realizzazione di un video clip curato dalla casa di produzione cinematografica Lamantino Brothers, diretta da Marco e Umberto Croci. E’stato quest’ultimo a consegnare l’attestato ai componenti la band: Emidio De Berardinis (voce), Marcos Cortelazzo (chitarra), Marvin Angeloni (chitarra), Luca Di Filippo (basso), Alessandro Di Salvatore (batteria). Tra il folto pubblico nel parterre del Geko sono stati notati alcuni tour operator russi, giunti nelle Marche per scoprire le bellezze del paesaggio, la gastronomia e le eccellenze culturali come Sotterranea, gustando l’assortito pentagramma della finale. I gruppi in gara sono stati valutati con attenzione dalla giuria presieduta da Guido Bellachioma, giornalista musicale, promoter e talent scout. La giuria, completata dai giornalisti Enzo Vitale, Franco Cameli, Alex Licciardello, dal musicista Tony Cristofori e dalla coordinatrice Lora Cameli, si è trovata in sintonia nella disamina gli emergenti in gara. La scintillante performance di novo rock ‘n’ roll dei Coconuts Killer Band di Pescara è stata gratificata con due riconoscimenti: il “Premio giuria”, ossia un buono acquisto da spendere presso la rivendita di strumenti musicali Giocondi, e il “Premio Maremoto Festival” grazie al quale apriranno il concerto di una star dell’indie rock alla manifestazione che si svolgerà all’ex galoppatoio dal 25 al 28 luglio. Il riconoscimento è stato consegnato ai Coconuts da Paolo Miti, presidente della cooperativa Opero che organizza l’evento. La kermesse è stata presentata dalle “glamourissime” Francesca Poli e Cristiana Saporosi con il contributo per la grafica e la fotografia di Edoardo Sportelli. Nella lunga notte della finale si sono dati il cambio sul palco gruppi di vario stile e genere, definiti dall’art director del Geko Tania Piunti “l’arcobaleno del rock”. Pregevole la performance degli Umbri The Hit premiati con l’attestato “Nuove tendenze”. Ha catturato l’interesse della platea l’esibizione del Dipartimento 12 di Barletta, per la cura dei brani e l’originalità dei suoni elettronici, a metà strada tra i Bluvertigo e i Subsonica. Hanno conseguito l’importante “Premio della critica” e quello per “L’arrangiamento”. I giurati hanno attribuito ai pescaresi Too Late to Wake il riconoscimento per la migliore “Preparazione tecnica” e agli Jail Underdog di Fabriano il “Premio originalità”. La rosa dei finalisti è stata completata dai Nimiz69 e dai Cosmic Leviathan di Ascoli, entrambi da rivedere. Il presidente di giuria Bellachioma ha premiato i Laika Vendetta, elogiato i gruppi e Sotterranea. Nel corso della serata è salito sul palco Marco Zap Mignini, per annunciare che il 25 luglio in apertura del Maremoto Festival si svolgerà il concerto-omaggio a Giacomo Antonini, il giovane scomparso qualche settimana fa, per alcuni anni coordinatore di Sotterranea. Tutti i live della rassegna sono stati registrati dalla Baia dei Porci per realizzare un doppio cd.

I tuoi amici lo sanno? Diglielo tu per primo.
© Sotterranea 2012